Terre dei Medoacus


In bicicletta tra la terraferma e la laguna

L’incontro tra la terraferma e la laguna è un momento carico di emozione; è quando l’acqua salmastra abbraccia le terre bonificate; è un ambiente promiscuo in cui acqua dolce e acqua salata si incontrano dando vita a una ricchissima varietà di flora e fauna. In bicicletta farai questa scoperta eccezionale a pochi km dalla Riviera del Brenta pedalando in parte del territorio della Laguna di Venezia, la cosiddetta Laguna Sud, annoverata tra i siti UNESCO. Ti aspetta un’esperienza unica al mondo in visita alle caratteristiche valli da pesca lagunari, così ricche di numerose specie floristiche e di innumerevoli uccelli acquatici.

Apprezzerai ogni momento di questa passeggiata in bici tra le serene campagne della terraferma veneziana. Sul percorso pedalerai lungo quiete stradine che vedono il susseguirsi di campi coltivati e l’occhio inevitabilmente si soffermerà sulle distese pianeggianti e sui colori che offrono le varie stagioni. Queste sono le Terre dei Medoacus dove la natura è ancora la protagonista.

Terre di natura e di storia millenaria

Le Terre dei Medoacus comprendono un’area antichissima e i ritrovamenti di tracce di insediamenti paleoveneti lo testimoniano. Innumerevoli reperti archeologici di immenso valore storico sono stati recuperati, catalogati e vengono esposti al pubblico. E’ entusiasmante scoprire così tanto materiale custodito con molta cura nei piccoli musei dei paesini locali.

E’ però sempre l’acqua l’elemento principale che caratterizza le Terre dei Medoacus. Il nome stesso “Meduaco” riporta all’antico nome del Brenta quando i Veneti che iniziarono ad abitare questo territorio promossero opere di arginatura e di assestamento idrico. Durante la tua biciclettata noterai un dedalo di fossi e di rigagnoli d’acqua che sono stati sapientemente regolamentati. L’area è infatti situata sotto il livello del mare e la gestione delle acque è di vitale importanza. Solamente nell’Ottocento con l’Idrovora attualmente in uso furono perfezionate le tecniche di bonifica e conservazione delle terre. Ad oggi l’Idrovora conserva al suo interno macchinari originali divenuti pezzi di archeologia industriale.

In sella alla bicicletta, potrai visitare (verificare con noi disponibilità e orari di apertura):

  • la Chiesetta di Santa Maria e il suo Museo archeologico a Lugo
  • l’Oasi WWF di Valle Averto a Campagna Lupia
  • Valle Zappa a Campagna Lupia
  • Valle Figheri a Campagna Lupia
  • Valle Contarina a Campagna Lupia
  • Valle Pierimpiè a Campagna Lupia
  • l’Idrovora di Lova
  • il Museo etnografico Mus.Te.La. di Lova
  • il Museo archeologico Mino Meduaco a Bojon