Riviera del Brenta


In bicicletta tra le antiche Ville Venete

Durante la tua passeggiata in bicicletta lungo la Riviera del Brenta rimarrai piacevolmente sorpreso dalla straordinaria concentrazione di Ville Venete. Visiterai una zona ad alto interesse storico e paesaggistico che si sviluppa lungo il Naviglio del Brenta, ovvero il tratto del Brenta tra la cittadina di Stra e la sua foce originale a Fusina.

In sella alla bicicletta, sarà entusiasmante pedalare nei luoghi della terraferma in cui gli antichi nobili veneziani amavano trascorrere le proprie giornate.

Decidi in piena libertà le tempistiche del tuo tour in bici e fai una sosta per visitare alcune delle numerosissime ville della Riviera del Brenta che ti accolgono aprendo i cancelli dei propri giardini secolari e le stanze affrescate. Potrai incontrare direttamente i proprietari, diretti discendenti delle antiche casate nobiliari veneziane, che raccontano le vicende familiari e meglio di chiunque altro sapranno trasmetterti storia e cultura locali.

La storia centenaria della Riviera del Brenta

A partire dal XV° secolo, i Veneziani iniziarono a bonificare ed organizzare questa vasta area intuendone la potenzialità produttiva. Le famiglie veneziane più ricche cominciarono ad investire in aziende agricole e vennero costruite le prime dimore per ospitare i facoltosi proprietari che ingaggiarono celebri architetti come il Longhena, il Frigimelica, il Sansovino e il celeberrimo Andrea Palladio. Venne riscoperto il concetto delle antiche “ville romane”, ricche case di campagna di gusto classico, simili a veri e propri templi profani. La maestosa abitazione si trovava al centro di un grande podere e includeva la “barchessa”, un edificio rurale di servizio in cui abitavano la servitù e i lavoranti e in cui erano organizzate le cucine, le stalle e gli altri annessi rustici.

In seguito, oltre a sede amministrativa dell’azienda agricola, l’edificio divenne a tutti gli effetti la dimora di villeggiatura, e quindi la “Villa”, che doveva riflettere l’importanza della famiglia proprietaria. Ecco che vennero arricchite di splendidi affreschi e di spettacolari giardini.

Purtroppo nell’Ottocento, dopo la caduta della Repubblica di Venezia, le forti tasse sul lusso costrinsero in molti casi i proprietari a ricoprire di calce gli affreschi e, nel peggiore dei casi, a demolire le ville stesse. Nonostante ciò, ad oggi, il patrimonio architettonico di ville e giardini è notevole e rimane a memoria del glorioso passato della Serenissima in terraferma.

Puoi visitare (verifica con noi disponibilità e orari di apertura):

  • Villa Todeschini a Noventa Padovana
  • Villa Pisani a Stra
  • Villa Foscarini Rossi a Stra
  • Villa Badoer Fattoretto a Dolo
  • Villa Tito a Dolo
  • Villa Contarini dei Leoni a Mira
  • Villa Valier a Mira
  • Villa Widmann a Mira
  • Barchessa Valmarana a Mira
  • Villa Allegri von Ghega a Oriago
  • Villa Foscari a Malcontenta