Le Ville

A partire dal XV° secolo con la scoperta dell’America, la Repubblica di Venezia che già occupava numerosi territori sul mare, il cosiddetto “Stato da Mar”, decise anch’essa di espandersi su quel che sarà chiamato lo “Stato da Tera”. Si guardò alle spalle e scoprì la lussureggiante terraferma attraversata dal fiume Brenta. Iniziarono quindi importanti opere di bonifica e tra il XV° e il XVIII° secolo vi costruirono tra le più belle ville di campagna del mondo. Da allora, la Riviera del Brenta rappresenta l’ideale proseguimento di Venezia in terraferma e il Brenta disegna la continuazione del Canal Grande.

Ingaggiare illustri architetti (Palladio, Scamozzi Longhena, Sansovino,…), estrosi pittori (Tintoretto, Tiziano, Tiepolo…), e creativi giardinieri ha significato un patrimonio, ad oggi, di più di 200 ville distribuite su un tratto di circa 25 km con una concentrazione di dimore storiche straordinaria.

Come immaginandoci in sella alla nostra bicicletta, andiamo ad ammirare le numerosissime ville soffermandoci su alcune di esse: partendo da Fusina, dove la Riviera del Brenta incontra la Laguna, pedaliamo lungo il Naviglio e a Malcontenta, incontriamo la cinquecentesca Villa Foscari, l’unica opera del celebre architetto padovano Andrea Palladio. Raggiungiamo Oriago e ci troviamo di fronte a Villa Allegri von Ghega, dimora del 500′ che ospitò tra gli altri anche l’imperatrice Sissi. Sempre ad Oriago, dove ha sede il nostro noleggio, osserviamo la splendida Villa Gradenigo e Villa Moro, costruita nella seconda metà del Quattrocento e considerata la più antica villa storica della Riviera del Brenta. Continuiamo la nostra escursione in bici e raggiungiamo Mira da dove inizia un susseguirsi straordinario di meravigliose Ville: la seicentesca Barchessa Valmarana, sontuosamente affrescata e immersa in uno splendido giardino all’inglese, Villa Widmann il cui parco è ricco di piante secolari e provenienti da varie parti del mondo, Villa Valier detta “la Chitarra”, Villa Querini Stampalia e i suoi splendidi affreschi e continuando…Villa Franceschi, Villa Principe Pio, Villa Contarini dei Leoni, Villa Bon, Villa Levi Morenos e Foresteria Alessandri che ospita un ciclo di affreschi di Antonio Pellegrini. Avvicinandoci a Dolo scopriamo Palazzo Bonlini, Villa Alberti, Villa Brusoni Scalella, Villa Velluti, Villa Tito, Villa Venier e la cinquecentesca Villa Badoer Fattoretto dove è visitabile il Museo del Villano che custodisce un vastissimo numero di attrezzi agricoli, antichi oggetti di vita quotidiana e cimeli storici. Arrivati a Dolo, antico centro commerciale della Serenissima, ci fermiamo per uno spritz e qualche tipico cicchetto alla veneziana. Ripartiamo verso Fiesso d’Artico e Stra incontrando Villa Recanati Zucconi, Villa Soranzo, la monumentale Villa Barbariga e Villa Foscarini Rossi che ospita il Museo della Calzatura, il cui settore artigianale ha in Riviera del Brenta una secolare tradizione. Giungiamo quindi alla settecentesca Villa Pisani, la più maestosa dimora antica della Riviera del Brenta, affrescata dal celebre Giambattista Tiepolo e circondata da un meraviglioso parco circa 10 ettari. E’ possibile proseguire verso Padova ed incontrare altre meravigliose opere come Villa Todeschini e Villa Giovanelli Colonna.

La Riviera del Brenta è altresì ricca di bellissimi scorci che celebri paesaggisti come il Canaletto, il Guardi e il Cimaroli hanno catturato nelle loro opere. Dopo secoli, e’ straordinario come ammirando alcuni loro dipinti, certi luoghi abbiano conservato intatto il loro fascino antico. I soggetti preferiti sono stati certamente la piazzetta a Mira Porte dov’era la chiusa seicentesca e il centro di Dolo col cinquecentesco Mulino e lo Squero dove venivano riparate le imbarcazioni con le quali si trasportavano i cereali e le farine.

Ma ora ti aspettiamo per una reale pedalata per godere al meglio la splendida cornice della Riviera del Brenta. Noi ti noleggiamo la bicicletta, tu metti l’entusiasmo per un tour tra ville storiche e verdeggianti canali. Buona pedalata!!